Rocca Canterano (RM)

La scritta è dipinta in un cartiglio collocato sulla chiave dell'arco trionfale nella chiesa parrocchiale del paese.

Si presenta completa: "TERRIBILIS EST LOCUS ISTE. DOMUS DEI ET PORTA COELI". Tuttavia il testo risulta essere notevolmente danneggiato dagli effetti del sisma del marzo 2000. A tal proposito il signor Nazareno Cherubini, autore della cortese segnalazione e delle foto, ci ha informato della necessità di eseguire necessari ed ambiti restauri poichè, a distanza di quindici anni, le varie amministrazioni comunali non hanno ancora provveduto. Come associazione volontaria di cui egli fa parte, hanno fatto molto per sensibilizzare a questa grossa problematica  le varie Istituzioni, trovando sempre le porte sbarrate. Il paese è molto piccolo, conta appena 200 abitanti e mancano le risorse.  Da quanto abbiamo letto, però, Rocca Canterano vanta una storia antica e va preservata. Nello specifico, andrebbe anche restaurato il cartiglio con la simbolica, biblica frase.

Si ringrazia il sig. Nazareno Cherubini.

 

 

Notizie sulla chiesa (tratte dal sito del Comune):

Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, edificata sulla roccia viva nel sec. XVII. Edificio a pianta pressoché quadrata con copertura a tetto, interno ad un’unica navata coperta da una volta a botte con riquadri a tempera raffiguranti la Visione di Ezechiele, la caduta degli angeli ribelli e l’incoronazione della Vergine. Una tribuna seicentesca sovrasta la porta d’accesso della chiesa. Negli anni 1943-45 si pose mano al rifacimento di tutte le decorazioni pittoriche, questa volta ad olio.